Frode: le cattive pratiche

Home > Blog > Infos > Frode: le cattive pratiche

Tra i diversi formati di pubblicità online ve ne sono alcuni che si impongono maggiormente tra quelli ai quali l’individuo è normalmente esposto.

Le possibilità di sfuggire al messaggio pubblicitario sono così ridotte. L’individuo viene insidiosamente indotto a guardare l’annuncio, la persona viene praticamente manipolata.

1. L’INTERSTIZIALE

L’interstiziale è una pagina pubblicitaria che ricopre completamente lo schermo su un dispositivo mobile. Di solito viene visualizzato all’apertura di un’applicazione o durante la navigazione tra due pagine. Per chiuderlo è tuttavia necessario un clic, che a volte può essere difficile da ottenere, date le piccole dimensioni del bottone a croce che consente di chiudere il banner.

Formato molto invadente, la difficoltà di chiuderlo spiega i suoi elevati CTR. In effetti, sempre più centri media, editori e adservers si rifiutano di distribuire questo formato.

2. ANNUNCIO VIDEO NON INGNORABILE

L’annuncio video non ignorabile è un messaggio pubblicitario video che dura qualche secondo e viene visualizzato prima di un video di contenuti. E ‘un formato che dura generalmente tra i 10 e i 30 secondi. Formato intrusivo, la sua particolarità è che non può essere ignorato. L’utente è così obbligato a guardare integralmente la pubblicità prima della visualizzazione del contenuto cercato. A volte addirittura la pubblicità si mette in pausa nel momento in cui l’utente consulta un altro contenuto contemporaneamente.

3. LO SKIN INTERAMENTE CLICCABILE

Lo skin è un formato pubblicitario spesso utilizzato per eventi e originariamente appariva solo sulla home page di un sito. Ora è anche usato nelle pagine interne di un sito web. L’assenza generale di invito all’azione nella parte superiore e su entrambi i lati della pagina provoca clic involontari da parte dell’utente Internet. Questo lo distoglie dal contenuto della pagina che ha cercato.

4. IL SITE UNDER

Anche se questo metodo è sempre meno utilizzato in questi ultimi anni, resta una tecnica di generazione importante di traffico.

Il principio è quello di aprire una pagina di un inserzionista aprendo una nuova scheda del browser e dietro la finestra attiva: l’utente si accorgerà di questa scheda solo nel momento in cui chiuderà il suo browser.

5. IL FOOTER EXPAND

La tecnologia del footer expand va a posizionare un cookie post-clic al momento della visualizzazione. Seppur questo procedimento possa essere considerato al limite, questo è il risultato di un imperativo tecnico. Conviene passare attraverso una landing page in questi casi al fine di evitare di avere confusione a livello di reporting.

6. BANNER NON VISIBILE

Alcuni banners possono trovarsi fuori dallo schermo dell’utente senza che in ciò si configuri un atteggiamento fraudolento ma solo in una logica di monetizzazione supplementare su delle pagine che possono essere lunghe.

IAB e il MRC hanno istituito una convenzione di mercato (viewability) che consiste nel considerare come banner visibile se più del 50% dei suoi pixel sono visualizzati sullo schermo e questo per più di un secondo.

Per accedere al contenuto completo, scarica gratuitamente il libro bianco: La Frode: il lato oscuro del Marketing Digitale

La frode nel marketing digitale

Saperne di più

CPA : Collectif Pour les Acteurs du Marketing Digital
CPA : Collectif Pour les Acteurs du Marketing Digital
Créé en 2008, le CPA est le syndicat professionnel des acteurs du Marketing Digital. Il régule, informe et représente les droits et intérêts de ses membres.
Scroll to top